Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Morbi eu nulla vehicula, sagittis tortor id, fermentum nunc. Donec gravida mi a condimentum rutrum. Praesent aliquet pellentesque nisi.
high quality swiss watchesomega.to for ladies and men on sale.merely rolex patekphilippe takes possession of the design of leaping over time and space.reddit replicas de relojes retain taking advancement.epic sexy lingerie for sale a great deal more delightful.https://www.hermesreplica.ru enjoys the highly prestige in the world of watch.bottegavenetareplica enjoys the highly prestige in the world of watch.https://www.kickasstorents.to here was aaa quality well cloned.best www.philippplein.to provided here are crafted following the original ones.
il Bosco

Il Bosco

Bosco, legna, cippato, siepi, rimboschimenti..

Il bosco si estende su circa cinquanta ettari e fornisce un importante riparo per la fauna locale, una tutela contro il dissesto idrogeologico, una risorsa energetica che sta tornando di attualità. Ogni anno tagliamo a ceduo una superficie di circa 1 ettaro, producendo un migliaio di quintali di legna da ardere di buona qualità per i consumi strettamente locali.

Rimboschimenti

Dal 1998 abbiamo piantato 15 ettari di nuovi boschi, portando a 45 ettari la superficie boscata complessiva dell’azienda. I nuovi impianti sono stati concepiti privilegiando le essenze già presenti ed acclimatate nella zona. Abbiamo impiantato soprattutto due tipi di querce, la roverella nelle zone più asciutte e la farnia in quelle più umide, alternandole con macchie di carpini, di ornelli, di lecci , di cerri e inserendo isolate piante di noce e di ciliegio.

Il rimboschimento è stato completato in due anni, grazie ad un finanziamento della Comunità Europea. Il primo anno abbiamo dovuto smaltire un duro colpo, prodotto dall’inaspettato intervento degli istrici che hanno saccheggiato un quarto delle speci quercine. Una volta sostituite le fallanze e protette le nuove piante, il rimboschimento si è sviluppato molto bene negli anni successivi.
Dal 2019 abbiamo cominciato a tagliare le prime superfici, diradiamo le farnie per portarle ad alto fusto e avviamo le roverelle a bosco ceduo.

Cippato


Da qualche anno abbiamo cominciato a lavorare sull’evoluzione delle tecniche di taglio del bosco, grazie anche alla collaborazione con l’IVALSA, l’ente del CNR che ha sede a Firenze e che si occupa di tecnologie del legno. Ci siamo dotati di un carrello forestale con gru e di una cippatrice, una macchina che taglia il legno in chips utilizzabili in caldaie,  con la quale recuperiamo a fini energetici legname di essenze poco apprezzate dal mercato, ma presenti in tutta la boscaglia spontanea che sorge negli appezzamenti non più interessati dalla coltivazione, come salici, pioppi, olmi, acacie. La cippatura e il riuso di questi legni ci permette di coprire una parte dei costi di manutenzione ambientale, altrimenti inaccessibili all’azienda agricola.

a